Vai al contenuto

Donald Trump, Sergio Mattarella, Twitter protagonisti delle nostre 7 pillole di martedì

Donald Trump

Donald Trump condannato per aggressione sessuale, dovrà pagare 5 milioni di dollari

L’ex Presidente degli USA, Donald Trump, è stato condannato da un tribunale di Manhattan a pagare 5 milioni di dollari (2 per abuso sessuale e 3 per diffamazione) ad una donna per averla aggredita sessualmente (non stuprata) nel 1996. La vittima è la scrittrice E. Jean Carroll; i fatti sarebbero accaduti nel camerino di un grande magazzino. Il tycoon dopo il verdetto ha dichiarato: “Non conosco quella donna (…) Questo verdetto è una vergogna. Una continuazione della più grande caccia alle streghe di tutti i tempi!“”. Secondo l’avvocato di Trump, il tycoon è “fermamente convinto” di non poter ottenere un processo equo a New York “in base alla composizione della giuria“.

image 214

Donald Trump

Per approfondire:

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Biden contro Trump, la sfida che spacca in 2 l’America

Incriminazione Donald Trump, chi è Karen McDougal, inserita nei 34 capi d’imputazione?

Sergio Mattarella in Norvegia

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha viaggiato a Oslo oggi, 10 di maggio, insieme alla figlia Laura e dal ministro degli esteri Antonio Tajani. Gli obiettivi della visita di Stato sono: Energia e rinnovabili, oltre ad una ricognizione su come la guerra in Ucraina viene percepita in uno dei Paesi più attivi del cosiddetto “blocco scandinavo”. La visita ufficiale partirà domani, 11 di maggio e proseguirà il 12 con una tappa nel nord del paese, a Trondheim.

image 215

Oslo

I rapporti istituzionali internazionali, 3 destinazioni importanti: Meloni in Etiopia, Tajani in Giappone, Mattarella in Polonia

Entra in un orfanotrofio e uccide la sua ex fidanzatina, ferendo altre 10 persone

Un ragazzo di 19 anni ha ucciso, accoltellandola, la ex fidanzatina di 16 anni nell’orfanatrofio di Tomisławice, cittadina polacca nella provincia di Lódz. A raccontare l’accaduto, l’agenzia polacca Pap. Il movente potrebbe essere la rottura del rapporto da parte della ragazzina, che lui non avrebbe accettato. Il ragazzo è entrato dalla finestra della struttura nella tarda serata di ieri armato di un coltello e si è scagliato contro la ragazza e altre 10 persone. La 16enne è morta sul colpo. Il 19enne è residente nel vicino comune di Warta ed è stato arrestato a casa sua.

Twitter, nuove chiamate audio e video

Anche su Twitter si potranno fare chiamate audio e video, come su WhatsApp. Lo ha annunciato Elon Musk. “Presto arriveranno le chat vocali e video dal tuo account a chiunque su questa piattaforma“, ha comunicato il numero uno del social in un post. 

image 216

Omicidio a Palermo, 31enne ucciso a colpi di pistola in strada

Stamane, mercoledì 10 di maggio, a Palermo un uomo di 31 anni, Leandro Guadagna, è stato ucciso a colpi di pistola. Il delitto è avvenuto nella borgata di Boccadifalco, alla periferia sud della città. La lite sarebbe avvenuta per motivi economici. I carabinieri hanno isolato la zona e subito è scattata la caccia al killer. Sul posto è intervenuto anche il personale del 118, ma per il 31enne non c’era più nulla da fare se non decretare il decesso. In serata ha confessato il delitto Giuseppe La Corte, 77 anni, che era il proprietario della casa dove abitava Guadagna, che non pagava regolarmente l’affitto. Quello è stato il movente.

Traffico di migranti sulla rotta balcanica, 29 arresti

Un’operazione di Polizia ha smantellato un’organizzazione dedita al traffico di persone sulla cosiddetta “rotta balcanica marittima“. Le indagini sono durate quattro anni e si sono sviluppate in varie città italiane. 29 persone si trovano ora in carcere per associazione transnazionale dedita al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e riciclaggio di denaro. L’organizzazione era presente in Italia, Grecia e Turchia. I migranti arrivavano nel belpaese attraversando il Mediterraneo orientale. Il prezzo complessivo per il viaggio era di circa 10mila euro, compreso anche il vitto e l’alloggio nelle diverse tappe all’estero e in Italia.

Bimba di 6 anni soffocata da un boccone di mozzarella

Una bambina di sei anni di Vieste, in provincia di Foggia, è morta soffocata mentre mangiava una mozzarella. Per la piccola Aurora i soccorsi sono stati inutili. Il sindaco, Giuseppe Nobiletti, ha espresso la sua profonda tristezza attraverso un post su Facebook. Il primo cittadino ha detto: Sono profondamente addolorato nell’aver appreso la tragica notizia della scomparsa di Aurora Conte. Restiamo senza parole di fronte alla fatalità di una vita che si interrompe in così tenera età e ne avvertiamo profondo il turbamento”.

image 217

Vieste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *