Vai al contenuto

Biologo di Harvard, le 5 regole per allungare la vita da seguire regolarmente

Regole per allungare la vita anche di 20 anni

Anche se vi parliamo spesso delle diete che fanno bene alla salute senza dovere rinunciare a nulla in specifico, non ci è mai capitato prima d’ora di “conoscere” uno scienziato che ci racconta come l’alimentazione abbia allungato la sua vita di ben 30 anni! A questo punto, non possiamo fare a meno di condividere la sua esperienza con voi, nella speranza che qualcuno dei suoi consigli possa aiutarvi a mantenervi più sani e più longevi. C’è la vie!

In questo post vi sveliamo quali 5 alimenti dovrebbero essere eliminati dalla tavola e come si possono ridurre i tassi delle malattie del 30%. Guardate!

allungare la vita

Per approfondire:

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

L’omega-3 dello sgombro, prezioso per la salute: 3 ricette facilissime che vi faranno adorare lo sgombro

10 consigli sulla salute che le persone mature dovrebbero seguire regolarmente

Il biologo di Harvard che ci dice come ritardare l’età biologica

Il Prof David Sinclair ha 53 anni, ma secondo la sua età biologica è 10 anni più giovane. Le misurazioni dell’età biologica sono importanti perché si basano sullo stato interno del corpo a livello cellulare, che può influire sull’aspettativa di vita complessiva.

David Sinclair
Prof David Sinclair

In qualità di professore di Harvard e co-direttore del Paul F. Glenn Center for Biology of Aging Research presso la Harvard Medical School, il dott Sinclair ha dedicato gran parte della sua carriera alla ricerca sull’invecchiamento e sulla longevità. In questo senso, le letture della sua età biologica indicano che abbia fatto passi da gigante nell’applicare alla propria salute ciò che ha scoperto attraverso la ricerca. Il dott Sinclair racconta la sua dieta e le sue abitudini per stimolare la longevità, che altri possono seguire per capire meglio come rimanere giovani più a lungo.

Ritrovarsi un cervello più giovane di 20 anni

Mentre durante la giornata il professore consuma pasti leggeri, una volta arrivata la cena, Sinclair mangia a base di piante e noci, tra cui riso, mandorle, cous cous, manioca tritata e latte a base di noci. Il ricercatore ha eliminato l’alcol e i latticini dalla sua dieta. Da quando ha interrotto la sua precedente dieta a base di vino rosso e formaggio, ha riacquistato una memoria più nitida. Ad esempio, mentre seguiva la dieta precedente, aveva difficoltà a ricordare i numeri di telefono e le password, ma da quando ha eliminato alcol e formaggio, trova questi compiti abbastanza semplici. In sostanza, dice di essere riuscito a far ringiovanire il suo cervello di 20 anni.

Vediamo come possiamo emulare il prof Sinclair

Quali alimenti dovrebbero essere eliminati dalla dieta?

Secondo Sinclair, cinque alimenti andrebbero eliminati da ogni dieta; quali?

1) lo zucchero, il peggior nemico

Secondo l’esperto lo zucchero è il più grande nemico di una vita lunga e sana. Sinclair sottolinea come il consumo di zucchero e fruttosio acceleri l’invecchiamento e aumenti il rischio di malattie croniche. Per sostituire lo zucchero, il biologo richiama gli alimenti naturali e non trasformati, preferendo dolcificanti naturali, eliminando le bevande zuccherate e i succhi di frutta industriali.

zucchero
zucchero

2) I carboidrati raffinati aumentano le malattie cardiache

I carboidrati raffinati, come quelli presenti nel pane bianco o nei cracker, hanno un effetto simile allo zucchero sul corpo. Aumentano rapidamente i livelli di glucosio nel sangue, che possono causare picchi di insulina e contribuire ad accelerare l’invecchiamento. Secondo alcune ricerche, le diete ricche di carboidrati raffinati sono associate ad un aumento del rischio di malattie cardiache e diabete di tipo 2.

3) La carne e i latticini, consumati con parsimonia

Secondo la ricerca dell’investigatore di Harvard, carne e latticini andrebbero consumati con parsimonia. Meglio concentrarsi sugli alimenti di origine vegetale, poiché le proteine ​​di origine vegetale stimolano geni come le sirtuine, che promuovono la longevità. Invece delle proteine ​​animali, come fa sinclair, dovreste includere nella vostra dieta più legumi, noci, semi e fonti di proteine ​​vegetali come tofu, tempeh e quinoa.

tempeh
Tempeh (carne di soia)

Di fatto, alcuni studi (nello specifico, uno sull’International Journal of Epidemiology)  hanno suggerito un legame tra questi alimenti e un aumento del rischio di malattie croniche. Un maggiore consumo di carne rossa sarebbe associato a un aumento del rischio di mortalità per tutte le cause, comprese le malattie cardiovascolari e il cancro.

Per quanto riguarda i latticini, uno studio pubblicato sul Journal of American Medical Association ha scoperto che un elevato consumo di latticini può essere collegato ad un aumento del rischio di alcuni tipi di cancro. Di fatto, alcune tipologie di tumore riscontrate nei paesi occidentali non sono evidenti nei Paesi Orientali, dove il consumo di latte e latticini è praticamente nullo.

4 e 5) Niente additivi né alcol

Il dott Sinclair consiglia di evitare gli alimenti ultra-processati e quelli che contengono additivi, conservanti e aromi artificiali, dato che tali componenti possono influire negativamente sulla salute e accelerano i processi d’invecchiamento. Come dire? Preferite sempre i prodotti a chilometro 0 e le preparazioni fatte in casa!

Poi, fate attenzione al consumo di alcol; ok al calice di vino ogni tanto, dato che il vino rosso contiene resveratrolo, un composto benefico per la salute. Durante la giornata, meglio bere tisane e acqua aromatizzata alla frutta.

Continua dopo gli annunci...

Allenamento e attività fisica

Oltre alla dieta, l’esperto sottolinea l’importanza dell’esercizio fisico regolare. La sua regola è esercitarsi almeno tre volte a settimana, spingendo il proprio corpo al limite per almeno 10 minuti ogni sessione. Nel suo caso, lui ricorre al sollevamento di pesi e cerca di andare a correre ogni giorno e, se non ha l’energia per correre, va a fare una passeggiata. In questo senso, afferma che la sua sfida più significativa legata alla salute è stata quella di muoversi. Lo stress sul corpo si traduce in notevoli benefici per la salute e la longevità, inclusa la riduzione dei tassi di malattia del 30% o più.

sport entra nella costituzione
Autore

Ana nasce in Spagna, si laurea a 22 anni in Scienze Liguistiche e della Comunicazione. Dopo un'esperienza nel Regno Unito si trasferisce a Trieste, dove vive tuttora. Ha maturato esperienza come consulente aziendale e collaborato con diverse case editrici. Ha pubblicato cinque libri ed è copyrighter e Search Quality Rater.View Author posts

Lascia un commento