Vai al contenuto

Austria F1, vince Verstappen tra le polemiche dell’Aston Martin, Sainz penalizzato

Austria F1

Austria F1, vince Verstappen

Siete interessati alla F1? Avete visto domenica (2 luglio) il Grand Prix di Austria? Da Ultimedalweb avremmo preferito raccontarvi del successo delle nostre Ferrari, ma una squadra imbattibile fa anche notizia; ed eccoci qui a raccontarvela. Non sono mancate le polemiche nella gara, con l’Aston Martin che ha fatto ricorso agli arbitri. Alla fine, a spuntare la vittoria è stata la solita Red Bull, imbattibile da almeno un anno. Sainz (Ferrari) è stato retrocesso in seguito alla decisione degli arbitri di imporre diverse penalità a 8 piloti. Vi raccontiamo quello che è accaduto

5 ore di pura adrenalina

Il Gran Premio d’Austria si è concluso dopo 5 ore dal via dalla bandiera a scacchi. A vincere ancora una volta, Red Bull con Max Verstappen sul primo gradino del podio. A completare la classifica dei più veloci, Leclerc (Ferrari) e Perez (ancora Red Bull). La classifica della gara è slittata sub iudice per una protesta dell’Aston Martin sui track limits: riesaminati circa 1200 casi, Sainz ha perso il quarto posto ed è sceso al sesto. Norris ha chiuso quarto davanti ad Alonso, mentre Hamilton è finito all’8° posto.

image 16

Max Verstappen

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Con questa vittoria, Max Verstappen conquista la sua 42a vittoria in Carriera, la 7a del 2023 e la 5a consecutiva. Il pilota belga-olandese ha vinto 4 GP di Austria ed è deciso a non fermarsi qui.

Le polemiche della Aston Martin

La Aston Martin ha presentato una protesta ufficiale contro la prima classifica del GP, in particolare con riferimento alla mancata sanzione di numerosi track limits non correttamente valutati (presuntamente) dalla direzione gara. Dopo avere riguardato diverse volte le immagini, la Fia ha operato un esame dell’elenco dei tempi sul giro fornito ai commissari sportivi. È stato stabilito che alcune di queste violazioni avrebbero giustificato una sanzione che non era stata precedentemente applicata al momento della pubblicazione della classifica provvisoria ed ecco che 8 piloti sono stati puniti con penalità temporali che hanno ridotti i loro margini di vantaggio ottenuti durante la gara.

La classifica definitiva

Le penalizzazioni sono andate ai seguenti piloti: Sainz – 10 secondi; Hamilton – 10 secondi; Gasly – 10 secondi; Albon – 10 secondi; Ocon – 30 secondi; Sargeant – 10 secondi; De Vries – 15 secondi; Tsunoda – 5 secondi. Dopo la decisione dei giudici e le penalizzazioni imposte, la classifica definitiva è stata: 1. Verstappen (=); 2. Leclerc (=); 3. Perez (=); 4. Norris (+1); 5. Alonso (+1); 6. Sainz (-2); 7. Russell (+1); 8. Hamilton (-2); 9. Stroll (+1); 10. Gasly (-1).

image 18

A conti fatti, in questo momento la classifica del GP di F1 è: Piloti 1. Verstappen (Ola) punti 229 2. Perez (Mes) 148 3. Alonso (Spa) 131 4. Hamilton (GB) 106 5. Sainz (Spa) 82 6. Leclerc (Mon) 72 7. Russell (GB) 72 8. Stroll (Can) 44 9. Ocon (Fra) 31 10. Norris (GB) 24 Marche 1. Red Bull punti 377 2. Mercedes 178 3. Aston Martin 175 4. Ferrari 154 5. Alpine 47 6. McLaren 29 7. Haas 11 8. Alfa Romeo 9 9. Williams 7 10. AlphaTauri 2

La Red Bull che vince sempre

In Austria Verstappen ha accumulato un margine superiore ai 20 secondi. In questo modo la Red Bull torna ai distacchi visti per tutta la stagione, e spazza via qualsiasi dubbio che la RB19 possa essere avvicinata a breve. Non basta la vittoria di Verstappen per confermare la superiorità della squadra “alata”, perché anche Sergio Perez deve dire la sua; in Austria conquista il terzo gradino del podio e si conferma autore di una gara consistente sul fronte del passo ancor più che della rimonta.

L’appuntamento è il prossimo weekend a Silverstone. E’ ancora tutto possibile?

image 17

Sergio Pérez

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *