Vai al contenuto

Strage Altavilla, GF, Navalny, sci tra le nostre 6 pillole di domenica

Strage Altavilla, la 17enne chattava con le amiche durante il massacro

Miriam Barreca chattava con le amiche, mentre si consumava la strage nella sua casa ad Altavilla Milicia. Come se fosse una normale giornata. Il suo cellulare era sempre collegato, mentre la madre e i fratelli venivano torturati e uccisi. Un massacro al quale ha confermato di aver partecipato. La ragazza ha dichiarato: “Rifarei tutto, dovevamo liberali dal diavolo”. La mamma dei due ragazzini, intuendo che dalla preghiera si sarebbe ben presto passati alla violenza, avrebbe cercato di opporsi alle loro iniziative e per questo sarebbe stata assassinata per prima. La giovane non avrebbe fatto nulla per evitare gli esorcismi.

strage altavilla

Per approfondire:

Uccide moglie e 2 figli e poi si fa arrestare, a Palermo triplice omicidio

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Grande Fratello: Giuseppe Garibaldi è solo sotto osservazione

Giuseppe Garibaldi non è ancora rientrato nella Casa del Grande Fratello a causa di alcuni problemi di salute. Nelle scorse ore sul web sono circolate delle indiscrezioni secondo cui il giovane non sarebbe più rientrato in gioco. Il fratello Nicola fa chiarezza in merito alle sue condizioni. Di fatto, Nicola Garibaldi, il fratello di Giuseppe, ha smentito ogni rumor: “Diffidate da questi ‘amici di famiglia’, conoscenti o altro. Giuseppe sta bene, è sotto osservazione e maggiori informazioni verranno date dal profilo ufficiale del Grande Fratello“.

Giuseppe Garibaldi si sta sottoponendo attualmente ad ulteriori accertamenti per appurare se le sue condizioni di salute gli consentiranno di poter rientrare nella Casa di Cinecittà. Il suo ritorno nella trasmissione di Canale 5 non è previsto per la prossima puntata di lunedì 19 febbraio, ma probabilmente per quella successiva. All’interno della Casa c’è il massimo silenzio, probabilmente anche ai concorrenti è stato chiesto di mantenere il massimo riserbo.

Sci alpino, ancora doppietta: Brignone seconda e Bassino terza

Ieri vi abbiamo raccontato la vittoria di Marta Bassino alla discesa libera di Crans Montana. Oggi, in un fantastico SuperG che ha visto le atlete italiane battersi in una corsa tirata per la vittoria, le due azzurre sono tornate sul podio. Mentre  Federica Brignone ha bissato il podio di ieri (2° posto),  Marta Bassino si è dovuta accontentare del 3°. Soddisfatta, ha dichiarato di avere trovato la carica per andare avanti al massimo, per tentare di rosicare punti alle rivali per scalare le posizioni in vetta.

 Per Brignone è il podio n.65 della sua carriera, mentre per Bassino è il trentesimo. Ha vinto l’austriaca Stephanie Venier, al terzo successo in carriera, in 1.16.52, con soli quattro centesimi di vantaggio su Brignone

Per approfondire:

Vittoria di Bassino e Brignone a Crans Montana, 1° e 2° posto

bassino e brignone

Geo Barents soccorre 80 migranti: 2 morti e 3 dispersi

La Geo Barents, nave della ong Medici Senza Frontiere, ha soccorso 80 persone in due diverse operazioni nel Mediterraneo: 2 migranti sono morti, 3 risultano dispersi. Il team ha ricevuto una segnalazione da Alarm phone per un gommone in pericolo nelle vicinanze dal quale sono state soccorse 60 persone e sulla quale è stato purtroppo trovata una persona morta. Un sopravvissuto in condizioni critiche è morto poco dopo il soccorso.

Seguendo le istruzioni delle autorità italiane di coordinarsi con quelle tunisine, Geo Barents ha proseguito verso una piattaforma petrolifera dalla quale sono state soccorse 19 persone in difficoltà. I 19 sopravvissuti hanno raccontato allo staff di Medici Senza Frontiere che la loro barca aveva iniziato a imbarcare acqua, quindi hanno nuotato fino alla piattaforma petrolifera per salvarsi. Tre persone che viaggiavano con loro sono rimaste sulla barca in difficoltà che è andata alla deriva.

500 migranti in mare, Geo Barents non riesce a salvarli

image 12

Navalny sarebbe in un obitorio in Siberia. Sarebbe stato liberato

Secondo il quotidiano tedesco Bild, “Navalny è morto pochi giorni prima di una sua possibile liberazione“: Stati Uniti, Russia e Germania infatti stavano negoziando per uno scambio di prigionieri. A quanto pare, Putin voleva riavere l”assassino di Tiergarten‘, un agente che aveva sparato a un oppositore del regime a Berlino nel 2019. Si parlava della possibilità che Putin, in cambio, rilasciasse Navalny. Secondo Novaya Gazeta Europe, il corpo del dissidente è “in un obitorio in Siberia, e presenta lividi dovuti a convulsioni“. Uno di questi lividi sarebbe inoltre “compatibile con il massaggio cardiaco”

Continua dopo gli annunci...
navalny

Sinner batte De Minaur per 7-5, 6-4 e conquista il 12esimo trofeo all’Atp 500 di Rotterdam

Non c’è sei senza sette. Si potrebbe modificare così la storia degli incontri e delle vittorie di Jannik Sinner contro Alex De Minaur. Sinner passa anche questa volta sull’australiano superandolo 7-5 6-4 e conquista l’Atp 500 di Rotterdam, 12° titolo della sua giovane carriera. Sinner già domani, all’aggiornamento del ranking Atp sarà numero 3 al mondo, senza aspettare che scadano i punti di Medvedev a Doha, il 26 febbraio. Jannik resta imbattuto dalla finale delle Atp Finals di Torino, raccoglie la vittoria numero 202 in carriera e la 15esima consecutiva. I complimenti della Premier arrivano senza attesa.

Autore

Ana nasce in Spagna, si laurea a 22 anni in Scienze Liguistiche e della Comunicazione. Dopo un'esperienza nel Regno Unito si trasferisce a Trieste, dove vive tuttora. Ha maturato esperienza come consulente aziendale e collaborato con diverse case editrici. Ha pubblicato cinque libri ed è copyrighter e Search Quality Rater.View Author posts

Lascia un commento