Vai al contenuto

Morte sul campo da hockey: Adam Johnson ucciso da un pattino

adam johnson

Orrenda morte per Adam Johnson. Il giocatore è morto durante un semplice scontro. Ecco il resoconto!

La dinamica dell’incidente

La tragedia è avvenuta durante una partita del campionato inglese di hockey sul ghiaccio, uno dei giocatori è rimasto ferito gravemente alla gola da una lama di un pattine avversario, ovviamente la ferita è stata involontaria, ma ha causato una cospicua perdita di sangue che ha causato la morte dell’atleta. Il tutto è avvenuto sabato sera a Sheffield, nella partita tra i Nottingham Panthers e gli Steelers. La partita era valida per la British Ice Hockey Cup e il giocatore che ha perso la vita si chiamava Adam Johnson, militava nei Panthers e aveva appena 29 anni.

adam johnson

L’incidente incriminato ha riacceso una vecchia discussione che riguarda l’eventuale obbligo di indossare protezioni per il collo per tutti i giocatori di hockey sul ghiaccio. Era il 15′ del secondo tempo, quando due giocatori, di cui uno era proprio Johnson, si sono scontrati a mezz’aria e uno dei pattini dell’avversario si è ritrovato all’altezza del collo recidendolo profondamente e provocandone la morte. Inutili sono stati i soccorsi, sebbene pronti e immediati, il giocatore è infatti deceduto poco dopo, nonostante i tanti tentativi di rianimazione.

Iscriviti gratuitamente sul canale Telegram, cliccando qui

oppure su Whatsapp, cliccando qui per non perdere tutte le novità

Il dolore per la perdita è stato grande, da parte di tutte le squadre del campionato è arrivato il cordoglio alla famiglia. Subito dopo l’incidente, tutti gli 8000 spettatori sono stati fatti uscire dall’edificio per permettere le operazioni di rianimazione e spostamento della salma senza interferenze.

Chi era Adam Johnson

Il giocatore era originario di Hibbing nel Minnesota, prima di ritrovarsi a giocare nel Regno Unito, aveva militato nei Sioux City Musketeers e nei Wilkes-Barre/Scranton Penguins nell’American Hockey League, in seguito debuttò nella National Hockey League con la maglia dei Pittsburgh Penguins con cui disputò sei incontri. Trovatosi in Europa, ha girato diversi Paesi dove l’hockey è uno sport molto seguito come Svezia e Germania.

Altri gravi incidenti

Non è la prima volta che un giocatore di hockey perde la vita durante una partita e sempre a causa di un taglio alla gola causato da una delle lame dei pattini. Il 22 marzo del 1989 si è verificato un incidente estremamente simile a questo, quella volta però in una partita della NHL tra Sabres e i St.Louis Blues.

Durante la partita, il portiere dei Sabres fu colpito alla carotide dalla lama di un pattino avversario. La differenza? Fortunatamente per il giocatore, si riuscì a salvargli la vita grazie al tempestivo intervento di un membro dello staff che aveva studiato medicina dello sport. L’intervento è stato degno di un film d’azione, in quanto l’eroe, accortosi della gravità della ferita, si precipitò sul ghiaccio e con due dita riuscì a bloccare la ferita e la fuoriuscita di sangue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *